Il paziente geriatrico con malattia renale cronica: il geriatra e il nefrologo a confronto


Napoli Hotel Magri’s , 2 ottobre 2017

EVENTO ECM N. 700 – 196403

5 Crediti formativi per Medico Chirurgo (Cardiologia; Ematologia; Endocrinologia; Geriatria; Malattie metaboliche e diabetologia; Medicina interna; Nefrologia, Neurologia; Medicina generale; Medici di famiglia)

Responsabile scientifico: Dott. Salvatore Putignano

Razionale

La diagnosi precoce della Malattia Renale Cronica nei pazienti geriatrici è di notevole importanza per la gestione, dei pazienti affetti da tale patologia, della loro morbidità e  mortalità, spesso correlate a fattori di rischio cardiovascolari correlati.

L’individuazione e cura precoce, nel Paziente geriatrico affetto da Malattia Renale Cronica, dei fattori di rischio della Malattia Cardiovascolare quali l’ipertensione arteriosa, il sovraccarico dei fluidi, l’anemia, la dislipidemia, il diabete consente di  prevenire le complicanze loro correlate, anche dopo l’inizio del trattamento dialitico per quei pazienti che ne necessitano.

Questa problematica è ben nota, ed il suo non corretto approccio è la causa del fenomeno del “late referral”.

Il Geriatra è, senza dubbio, colui che nei pazienti geriatrici può riuscire ad individuare precocemente questa sindrome, sia perché a lui si rivolgono pazienti geriatrici a rischio (diabetici e ipertesi), sia perché, spesso, a lui si rivolgono per i motivi più svariati, soggetti geriatrici “apparentemente sani”. Questa modalità di approccio alla problematica è nota già da tempo, come pure come sia in grado di influire sui costi di gestione di tali pazienti, riducendoli grazie soprattutto ad una diminuzione del ricorso al ricovero ospedaliero d’emergenza.

La problematica della Malattia Renale Cronica nei pazienti geriatrici diabetici e/o ipertesi ha una diversa prevalenza via via maggiore mano a mano che l’età dei Pazienti aumenta.

Questo aspetto deve essere, attentamente considerato nel dimensionamento del “fenomeno” Malattia Renale Cronica, come pure nella modalità di approccio alla problematica.

Sicuramente l’ambito territoriale, oggi che i Pazienti geriatrici sono in progressivo aumento e non autonomi negli spostamenti, è il più idoneo.

La stretta collaborazione tra Geriatra e Nefrologo é oggi, in epoca di minori disponibilità di risorse economiche, e ridotto numero di specialisti, una imprescindibile modalità di approccio al problema del “late referral”, consentendo una precoce e migliore gestione dei Pazienti geriatrici affetti da Malattia Renale Cronica, con conseguente razionalizzazione della spesa, approccio questo imprescindibile per poter continuare a garantire in futuro la cura a tali pazienti.

ISCRIZIONI
L’iscrizione al convegno è gratuita ma obbligatoria. Le richieste andranno effettuate scaricando la scheda d’iscrizione ed inviandola alla Segreteria Organizzativa e Provider dell’evento: Concerto Srl – tel: 081-19569195 – E-mail: ecm@concertosrl.net.
I posti disponibili sono limitati e le iscrizioni saranno accettate in base all’ordine in cui perverranno e comunque entro e non oltre
il 29 settembre 2017.

 

Come raggiungere la sede congressuale:

Cookie disabilitato