SECONDO CONVEGNO INTERNAZIONALE “CONTACTO2” – “Il diritto del minore alla vita familiare”


Facoltà di Scienze Politiche – Università degli studi di Napoli “Federico II”

19/20 ottobre 2017

Nell’ottobre 2016 si è svolto in Colombia il primo congresso latinoamericano sulle adozioni internazionali, a cui l’Ente Autorizzato Ariete Onlus, nella persona della presidente Anna Benedetta Torre, ha avuto l’onore e il piacere di partecipare essendo da anni impegnata nelle adozioni internazionali in paesi latinoamericani. A seguito dei lavori congressuali, delle suggestioni e del proficuo confronto che ne è derivato, si è palesata la volontà e il desiderio di continuare tale confronto attraverso l’organizzazione di un secondo evento di livello internazionale, una due giorni (19-20 ottobre 2017) a Napoli con la partecipazione e la collaborazione dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

L’obiettivo del Convegno è quello di riunire esperti e operatori del settore (psicologi, assistenti sociali, giuristi ecc.) per poter riflettere insieme sull’adozione internazionale oggi.

In particolare, verranno affrontate le seguenti tematiche:

  • Lo stato dell’arte in materia di adozione e sulle nuove sfide e strategie che i cambiamenti sociali inevitabilmente impongono;
  • La necessità di stabilire un nuovo protocollo di valutazione della sussidiarietà che possa espletarsi in un tempo più breve tale da garantire al bambino il suo diritto ad avere una famiglia e tale da consentirgli di rimanere in istituto per il minor tempo possibile;
  • La necessità di pensare ad un percorso di accompagnamento alla famiglia, una sorta di guida che possa renderla la migliore famiglia possibile per il bambino adottato, in risposta al tema     centrale del convegno “La famiglia che accoglie tra responsabilità e motivazione”;
  • La riflessione sulle cause che possono determinare il fallimento adottivo e le modalità attraverso le quali poter ridurre al minimo il rischio che possa verificarsi a fronte del fatto che l’esperienza ci insegna che spesso si viene più incontro all’esigenza della famiglia che non a quella del bambino;
  • Nuove proposte legislative in materia di adozione;