I riflessi delle alterazioni metaboliche nelle patologie Cardiologiche, Neurologiche ed ORL

40,00

Le alterazioni metaboliche, tra cui ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, sovrappeso, obesità, sindrome metabolica e diabete mellito, sono molto condizioni frequenti nella popolazione generale a livello mondiale. Studi clinici recenti dimostrano come la prevalenza e l’incidenza di tali condizioni abbiano avuto un costante e progressivo incremento non soltanto nei cosiddetti paesi occidentali ed industrializzati, ma anche nei cosiddetti paesi in via di sviluppo, particolarmente nel corso degli ultimi anni. L’impatto clinico e socio-economico di queste alterazioni risulta, pertanto, essere molto elevato, determinando esse un aumentato rischio di sviluppare complicanze cardiovascolari e cerebrovascolari. È noto, infatti, che le malattie cardiovascolari, tra cui infarto del miocardio, ictus cerebrale e scompenso cardiaco, rappresentano ancora oggi la principale causa di morbilità e mortalità nel mondo.

Con in contributo non condizionante di

 

 

Category:

Description

Evento ECM n° 700-251796

Responsabili Scientifici: Prof. Carlo Maria Barbagallo, Dott. Giuliano Tocci, Dott. Di Maria Domenico, Dott. Demetrio Guarnaccia

Il corso sarà attivo dal 2 aprile 2019 al 31 dicembre 2019.

Obiettivo formativo: Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura.

25 crediti formativi per:

Medico Chirurgo (Allergologia ed Immunologia Clinica; Angiologia; Audiologia e Foniatria; Cardiochirurgia; Cardiologia; Chirurgia Generale; Chirurgia Plastica e Ricostruttiva; Chirurgia Vascolare; Dermatologia e Venereologia; Ematologia; Endocrinologia; Farmacologia e Tossicologia Clinica; Gastroenterologia; Geriatria; Malattie dell’apparato Respiratorio; Malattie Metaboliche e Diabetologia; Medicina dello Sport; Medicina Generale (Medici di Famiglia); Medicina Interna; Medicina Legale; Medicina Nucleare; Nefrologia; Neurochirurgia; Neurologia; Oncologia; Otorinolaringoiatria; Psichiatria; Reumatologia;)

Farmacista (Farmacia ospedaliera; Farmacia territoriale;)

Requisiti per la corretta acquisizione dei crediti formativi

  • Compilare correttamente il form d’iscrizione con i dati personali necessari all’ottenimento dei crediti formativi. Si declina ogni responsabilità per la mancata assegnazione dei crediti dovuta ad errori di inserimento dell’anagrafica del partecipante.
  • Verificare che la propria professione risulti tra le categorie accreditate per il corso fad a cui si intende partecipare per avere diritto ai crediti.
  • Per ogni lezione è stato predisposto un timer che controllerà la presenza-partecipazione dell’utente all’attività formativa; per la corretta acquisizione dei crediti è necessario che l’utente rispetti lo scadere del tempo prima di passare alle lezioni successive.
  • Compilare il questionario di apprendimento finale ed inviarlo al provider entro la data di chiusura del corso; il superamento della prova coincide con il raggiungimento di almeno il 75% delle risposte esatte; sono consentiti al massimo cinque tentativi per il superamento della prova.
  • Compilare il questionario di valutazione della qualità percepita ed inviarlo al provider entro la data di chiusura del corso.

Accertato che i requisiti (partecipazione, valutazione dell’apprendimento e scheda della qualità percepita) siano stati soddisfatti entro i termini previsti, il provider attesterà che l’utente ha svolto la suddetta attività formativa ed ha, quindi, acquisito i crediti ECM in numero pari a quanto previsto. Nel caso di mancato soddisfacimento dei requisiti per l’acquisizione dei crediti, è possibile consegnare un attestato di sola “partecipazione”.

Razionale

Le alterazioni metaboliche, tra cui ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, sovrappeso, obesità, sindrome metabolica e diabete mellito, sono condizioni molto frequenti nella popolazione generale a livello mondiale. Studi clinici recenti dimostrano come la prevalenza e l’incidenza di tali condizioni abbiano avuto un costante e progressivo incremento non soltanto nei cosiddetti paesi occidentali ed industrializzati, ma anche nei cosiddetti paesi in via di sviluppo, particolarmente nel corso degli ultimi anni. L’impatto clinico e socio-economico di queste alterazioni risulta, pertanto, essere molto elevato, determinando esse un aumentato rischio di sviluppare complicanze cardiovascolari e cerebrovascolari. È noto, infatti, che le malattie cardiovascolari, tra cui infarto del miocardio, ictus cerebrale e scompenso cardiaco, rappresentano ancora oggi la principale causa di morbilità e mortalità nel mondo.

La poliposi naso-sinusale spesso si associa ad alterazioni a carico delle vie respiratorie quali l’asma e spesso si inserisce in sindromi complesse che interessano il sistema immunitario e sono causa di alterazioni vascolari: il loro opportuno riconoscimento rende più efficace la terapia.

L’OSAS ha alla sua base un meccanismo complesso che coinvolge il sistema cardiocircolatorio e quello dell’omeostasi metabolica dei grassi. Il paziente affetto da tale sindrome deve essere inquadrato anche al fine di riconoscere tali alterazioni: la riduzione del numero di apnee con terapie appropriate ha effetti anche sulle patologie dell’apparato cardiocircolatorio e sulle alterazioni metaboliche.

Infine anche l’ipoacusia improvvisa si associa ad un rischio elevato di ictus o accidenti cardiovascolari. Nei pazienti colpiti da ipoacusia improvvisa, soprattutto quelli di età maggiore di 50 anni, è opportuna una profilassi anti-trombotica ed anticoagulante che possa prevenire esiti invalidanti.

Sulla base di queste considerazioni, il precoce riconoscimento ed il tempestivo trattamento farmacologico e non farmacologico di queste alterazioni rappresenta un elemento fondamentale per implementare qualsiasi strategia di prevenzione cardiovascolare, volta a ridurre il carico di morbilità e mortalità cardiovascolare, sia a livello di popolazione che a livello di sottogruppi di pazienti ad elevato profilo di rischio cardiovascolare.

Obiettivo principale di questo corso FAD è quello di fornire un aggiornamento delle principali evidenze scientifiche della letteratura nazionale ed internazionale e delle linee guida europee in ambito di diagnosi e trattamento delle principali alterazioni metaboliche correlate allo sviluppo delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari. Il corso FAD è rivolto sia a medici di medicina generale che a medici specialisti nelle diverse discipline coinvolte nel trattamento dei fattori di rischio delle alterazioni metaboliche e nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari (specialisti in medicina interna, geriatria, neurologia, angiologia, cardiologia, ORL)

FORGOT PASSWORD ?
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.